Home

Dores Sacquegna è una personalità eclettica. Attratta sin da piccola all’arte visiva, si dedica a tante discipline, incluso la narrativa e la saggistica che la porterà nel tempo alla critica d’arte.  Viaggiando conosce il mondo e lo interpreta come un paese delle meraviglie, dove ogni personaggio, diventa il protagonista di un cabaret. Temi ricorrenti sono: il poetico, gli opposti che coesistono,oggetti della memoria collettiva, il reale e l’irreale, l’acqua, la memoria,  lo spazio visivo a 360°.

Ama la scenografia verbale di Shakespeare, il cinema evocativo di Peter Greenway, il teatro di Arteud e la regia di Opzetek. Le tematiche dei suoi eventi sfidano il reale ed entrano nella magia di un altrove immaginifico, dove visione e narrazione, diventano parte di un processo indivisibile. E’ autrice e regista di celebri mostre-kolossal, format innovativi che hanno veicolato l’arte contemporanea oltre i confini nazionali.

  • autobiografica
  • Autobiografica

Dores Sacquegna is an eclectic personality. Attracted from a young age to visual art, she dedicates herself to many disciplines, including fiction and non-fiction that will bring her over time to art criticism. Traveling she knows the world and interprets it as a wonderland, where each character becomes the protagonist of a cabaret. Recurring themes are: the poetic, the opposites that coexist, objects of collective memory, the real and the unreal, water, memory, 360 ° visual space.

She loves Shakespeare’s verbal scenography, Peter Greenway’s evocative cinema, Arteud’s theater and Opzetek’s direction. The themes of her events challenge reality and enter the magic of an imaginative elsewhere, where vision and narration become part of an indivisible process. She is the author and director of famous blockbuster exhibitions, innovative formats that have conveyed contemporary art beyond national borders.